1–12 di 358 risultati

SADOMASO

Storia del sadomaso


Dare una chiara e netta definizione del termine sadomasochismo (sadomaso), risulta in parte ostico, a causa anche della diversità d’intenti nelle sue applicazioni; spesso liberamente utilizzato per riferirsi a individui crudeli e cattivi di natura, di indole e d’istinto da una parte, dall’altra riferito a chi gioisce del male subito (sadismo e masochismo esclusivamente come termini medici, quindi).

Le due parole di cui si compone il termine, ossia sadismo e masochismo, derivano dai nomi di due autori. Il primo è dal Marchese de Sade, un aristocratico francese vissuto nella seconda metà del XVIII secolo, filosofo libertino e autore di romanzi erotici in cui viene descritta approfonditamente la pratica psichiatrizzata in seguito come sadismo (godere del male altrui, provare piacere per il dolore inflitto agli altri). I suoi libri più famosi sono Le 120 giornate di SodomaLa filosofia nel boudoirLa nuova Justine (sottotitolo “Le sciagure della virtù”) e Juliette(sottotitolo “Le prosperità del vizio”).

Masochismo invece deriva da Leopold von Sacher-Masoch,

raffinato scrittore austriaco della metà dell’800 il quale ha praticato la sottomissione maschile ed espresso in molti suoi romanzi, il più conosciuto e celebre dei quali è Venere in pelliccia) le proprie fantasie al riguardo. Queste due caratteristiche, il piacere nel dominare e il piacere derivante dall’esser sottomessi, sono stati adottati dalla terminologia scientifica professionale la quale ha inserito tali fenomeni comportamentali nella sua classificazione delle malattie psicologiche e degli orientamenti sessuali dannosi.

Nel tardo XX secolo gli attivisti del BDSM hanno protestato contro questi modelli concettuali, fondati esclusivamente su osservazioni di pazienti psichiatrici e costruiti sul presupposto di una psicopatologia: i sostenitori del sadomaso affermano pertanto l’illogicità nel voler attribuire fenomeni comportamentali umani complessi come sadismo e masochismo alle creazioni letterarie di due individui storici. Hanno cercato quindi di distinguersi dalle nozioni ancora largamente diffuse della teoria psichiatrica ottocentesca con l’adozione del termine BDSM al posto di sadomasochismo.

In contrasto con chi vuole spiegare il sadomasochismo attraverso approcci psicologici, psicoanalitici, medici o legali, i quali cercano tutti di catalogare in una forma fissa e stabile comportamenti e desideri nel tentativo di ricondurli ad una radice comune che ne smascheri la “causa scatenante” Byrne suggerisce invece che tali pratiche possano anche esser vedute come esempi di “sessualità estetica“, in cui l’impulso fisiologico o psicologico fondante diventa irrilevante. Piuttosto, continua l’autore, sadismo e masochismo possono esser praticati attraverso una deliberazione, una libera scelta, guidati da alcuni obiettivi estetici legati allo stile, al piacere e all’identità; queste pratiche, in determinate circostanze e contesti, possono esser paragonati alla creazione artistica.


-30%
Esaurito
-30%
Esaurito
-30%
Esaurito
-30%
28,51 19,95
20 Punti
-30%
35,65 24,95
25 Punti
-30%
-30%
Esaurito
-30%
Esaurito
-30%
-30%
-30%
Esaurito
-30%
Esaurito

SITO PER ADULTI +18


Benvenuto
Questo sito contiene immagini e filmati di materiale per adulti.
Se sei minorenne o ritieni offensivo il materiale pornografico puoi uscire subito dal sito cliccando su ESCI
  Cliccando su ENTRA o continuando con la navigazione sul sito www.sexyshopvizioproibito.it, dichiari di essere maggiorenne e di essere d'accordo con i contenuti.